L'acustica in Italia e l'istituzione della Scuola

Le strutture didattiche del nostro Paese non forniscono attualmente le competenze specialistiche necessarie per affrontare gli aspetti fortemente multidisciplinari che caratterizzano le diverse applicazioni dell'acustica. Nella maggior parte delle Università l'insegnamento dell'acustica occupa infatti spazi marginali; solo in pochissimi atenei l'acustica è inserita a pieno titolo nei piani di studio per il conseguimento delle lauree in Ingegneria, Architettura e Fisica. Anche questi contributi formativi si rivelano però inadeguati di fronte alle diverse problematiche sollevate dall'acustica applicata, dall'insonorizzazione delle macchine alla valutazione degli effetti del rumore sull'uomo, dalla riduzione del rumore prodotto dal traffico veicolare alla progettazione degli spazi destinati all'ascolto della parola e della musica. Gli attuali contributi formativi risultano inoltre del tutto insufficienti rispetto alle esigenze professionali del "tecnico in acustica", al cui figura viene richiamata da recenti disposizioni di legge in tema di inquinamento acustico dei luoghi di vita e di lavoro. Di fronte a queste carenze dell'ordinamento scolastico, l'Università di Ferrara ha ritenuto di dover istituire una Scuola di acustica, prevedendo l'attuazione di corsi di formazione permanente e di perfezionamento e aggiornamento professionale sulla base dell'art. 6 della legge 341 del 19/11/1990.
La Scuola ha iniziato ad operare nell'anno accademico '95/'96.

Caratteristiche della Scuola

La Scuola è aperta a laureati e a diplomati; organizza, in diversi periodi dell'anno, corsi di  base e di approfondimento di diversa durata. Il corpo docente è ristretto e omogeneo, ma nel contempo è aperto alla partecipazione di specialisti italiani e stranieri. La realizzazione di stretti rapporti tra docenti e discenti è favorita da diverse iniziative, quali le esercitazioni sul campo e le visite a laboratori esterni. E' augurio di tutti che tali rapporti persistano anche dopo la fine dei corsi, facendo sì che la Scuola diventi un punto di riferimento permanente per chi desidera tenersi aggiornato. In questo senso, nell'ambito della Scuola verranno costituiti gruppi di studio e di ricerca su temi specifici.
Le lezioni sono tenute seguendo metodi didattici avanzati. Si favorisce l'autoverifica da parte dei discenti della corretta acquisizione dei temi trattati. Ampio spazio viene dato alle esercitazioni pratiche. In assenza di libri di testo completi, la Scuola ha avviato la pubblicazione di una serie di dispense tematiche, la cui raccolta sta formando un manuale organico.
La Scuola è inserita nelle attività dell'organizzazione europea denominata SAVOIR (Sound and Vibration, Organisation, Information, Resources), patrocinata dalla CEE attraverso il programma COMETT.

Organigramma


Direttore della Scuola: Prof. Roberto Pompoli 

Responsabile dei Corsi: Dott. Alessandro Peretti

Consiglio Scientifico:

Edoardo Arslan Luigi Maffei
Giovanni Brambilla Alessandro Martini
Daniele Bertoni Marco Masoero
Eleonora Carletti Omar Nicolini
Ettore Cirillo Marco Pacetti
Alessandro Cocchi Alessandro Peretti
Angelo Farina Roberto Pompoli
Patrizio Fausti Luciano Rocco
Andrea Franchini Giuliano Schiffrer
Massimo Garai Domenico Stanzial
Carmine Ianniello

Collaboratori all'organizzazione dei Corsi:

Francesca Pedrielli Nicola Prodi
Francesco Pompoli Elisa Bucchi

Sede
Scuola di Acustica, c/o Dipartimento di Ingegneria - Via Saragat, 1 - 44122 FERRARA

Segreteria
Elisa Bucchi
Tel./Fax
0532 974905

 scuola_acustica@unife.it

 

Scuola di Acustica c/o Dipartimento di Ingegneria - via Saragat, 1 - 44122 Ferrara
tel./fax 0532 974905